A vegan recipes' blog for those who love eating healthy, with taste for the palate but also for the eyes, and do good to the environment and not harm animals...

12/02/16

SAN VALENTINO, MUFFINS E UNA COSA CHE SANNO IN POCHI - APPLE MUFFINSFOR YOUR VALENTINE

Ok, preparatevi al post fiume, se volete la ricetta è in fondo, ma io vi consiglio di leggere tutto perchè è interessante ;)

Andiamo con ordine.
Il 31 gennaio c'è stato il primo corso dell'anno, Fast Food & Good.
Dieci persone bellissime hanno cucinato con me e, come sempre, è stata una bellissima domenica in cucina, di condivisione e buon cibo.
Subito dopo, sempre da Cucina In, abbiamo festeggiato con un po' di amici il secondo compleanno della nostra super Bibi!
Ho comprato due crostate vegan alla Pasticceria Namura, in Castelvetro: davvero buone, consiglio vivamente. Loro fanno soprattutto pasticceria tradizionale con prodotti bio o a km zero, ma hanno anche ottime proposte vegan :)
Qui le foto di quella giornata (grazie grazie grazie Antonella ;)

lisabivegcook
lisabivegcook

Il 6 febbraio ho finalmente dato il famoso esame di fine corso al Joia.
Bellissima esperienza, mille paranoie per decidere quali ricette presentare, prove su prove, mai una che mi soddisfacesse, impiattamenti improbabili, mille messaggi ad amici pazienti per un confronto, una notte quasi insonne, la febbre la sera prima...
Insomma un bel viaggio.
Però poi è stato davvero entusiasmante, tutto lo staff del Joia splendido, i compagni di avventura fantastici, una giornata che ricorderò a lungo.
Peccato non aver iniziato tutto prima, perché so che, se solo avessi 10 anni di meno, li passerei in cucina a sgobbare!

Non ho le foto dei piatti che ho presentato ma qualcuno le ha, se riuscirò a recuperarle promesso che le pubblicherò ;)

Lo Chef Sauro Ricci, io e lo Chef Pietro Leeman - L'Attestato - Alcuni dei miei compagni d'avventura
Demis, Chef Leeman, Massimo, Giovanna, Alberto, Claudio, Eleonora, Chef Sauro, Giada, io, Fabia, Martina e Elena
San Valentino alle porte...
Come va la situazione dalle vostre parti?
Fidanzati felici, fidanzati complicati, single depressi o single convinti?

E' una festa che non mi è mai appartenuta più di tanto, io e Andrea si festeggiava l'anniversario di fidanzamento il giorno successivo, quindi non sentivamo certo la necessità di un'altra data sul calendario...

Però è bello festeggiare l'amore, quindi, se non lo farete il 14, fatelo un giorno di questi; festeggiatevi, innamoratevi, incontratevi di nuovo, ribadite le promesse fatte, ripetete alla persona che amate che l'amate, non abbiate paura delle parole!
Dichiarazioni e gesti di generosità non bastano mai in questo mondo cinico e materialista, in questo mondo egoista, dei diritti miei, solo miei e tu che vuoi? In questo mondo arido, che lavora troppo e non ha tempo per soffrire, palpitare, gioire... Almeno così crede, perchè in realtà non si sfugge, e una parola di cuore non detta non lo salverà dal dolore il giorno che lui/lei gli dirà addio...

Dato che l'occasione è romantica io vi devo dire una cosina...

Ho aspettato di essere sicura, ho aspettato di dirlo alle persone a me più care, di persona o al telefono, ed ora lo posso dire a tutti...
Qui arriva un altro bimbo ♥ ♡ ♥
Ad agosto, non sappiamo il sesso, ho avuto un po' di nausea a giorni alterni, soffro di insonnia, ma siamo felici!
Ho risposto a tutte le vostre prime domande?
Ahahahah... Ecco svelato il motivo della mia lentezza dell'ultimo periodo.
Non posso nascondere di essere un pochino preoccupata per la futura nuova gestione familiare, chissà come la prenderà Bianca, chissà se dormiremo, se allatterò, se riuscirò a riprendere in mano il lavoro iniziato prima di un anno, chissà...
Non sarà una passeggiata ma l'hanno fatto in tanti e questo bene o male mi da speranza.

Da qui ad agosto sarò comunque impegnata e -panza permettendo- porterò avanti tutto quanto.

In queste notti in cui alle 2 non riesco più a star nel letto, mi porto avanti, anche se in realtà vorrei taaaanto dormire!  Mangio frutta o carote... Scrivo, pianifico, invento... La notte è silenziosa e porta consiglio davvero. Poi il giorno dopo quando svengo dal sonno è tragica, ma va così.

Dopo questo grandissimo scoooooop, vi scrivo una ricetta dolce, che spero preparerete per i vostri amati il 14 e poi ogni giorno che vi sentirete di dedicare del tempo in cucina per loro ;)
Io sono di origine veneta, nonni paterni e materni sono nati e cresciuti laggiù, mia madre si è trasferita a Milano con tutta la family quando aveva 3 anni, mio padre a 20. 
Dunque, cercavo un dolce regionale da veganizzare e mi imbatto nel Macafame.
In pratica è un dolce degli avanzi: pane secco, biscotti rotti, resti di panettone, il tutto condito con mele, frutta secca a caso e uvette al rum.
Nella ricetta classica si ammolla il pastone nel latte, si aggiungono un tot di uova e si inforna.

Veganizzarlo è stato davvero semplice: togli le uova, sostituisci il latte con un latte vegetale, aggiungi un po' di olio, un po' di farina e zucchero ed è fatta.
Mi sono venuti dei muffin stupendi! 
Da rifare al più presto!

lisabivegcook

lisabivegcook

Ingredienti per 4 muffin:

150 gr di farina di farro
5 cucchiai di zucchero di canna grezzo
latte di riso q.b.
8 gr di cremor tartaro
1 cucchiaino di bicarbonato
2 cucchiai di olio di semi
1 mela
3 cucchiai di uvette
1/2 bicchiere di rum
10 biscotti secchi vegan
5 fichi secchi
10 mandorle 
1 limone, la scorza

lisabivegcook

Ammollate le uvette nel rum (sarebbe meglio metterle a bagno il giorno prima, se no fatelo almeno un paio di ore prima).
In una ciotola mettete i biscotti rotti con le mani, le mele a cubetti, i fichi secchi tagliati a pezzettini, le mandorle tritate grossolanamente, lo zucchero e la scorza di limone.
E ovviamente le uvette che avrete scolato dal rum... che magari vi scolerete voi ;)
A parte setacciate la farina, il cremar tartaro e il bicarbonato, aggiungete l'olio e poi tutto il mix di frutta & co.
Mescolate bene e aggiungete latte finche' otterrete un impasto morbido.
Dividete negli stampi per i muffin, infornate per 30 minuti a 180 gradi (il tempo dipende da quanto grandi sono i vostri stampi, i miei non erano piccoli).

Lasciate intiepidire prima di servire.

Faccio una precisazioni, io non bevo e i dolci alcolici non mi sono mai piaciuti, ho sempre odiato i cioccolatini con la ciliegia dentro, le Fiesta, chi metteva liquore nel tiramisù.
Però qui le uvette ammollate nel rum stanno proprio bene, l'alcol evapora, ovviamente, e resta un delicato aroma, piacevole e goloso. Credetemi! 
L'ideale è usare un buon rum, che non è vero che visto che si usa per cucinare la qualità può essere più bassa, come qualcuno fa con il vino per il risotto...

lisabivegcook

Ingredients for 4 muffins:

150 gr spelt flour
5 tablespoons brown sugar
rice milk q.s.
8 gr of cream of tartar
1 teaspoon baking soda
2 tablespoons vegetable oil
1 apple
3 tablespoons raisins
1/2 glass of rum
10 vegan biscuits
5 dried figs
10 almonds
1 lemon, zest

Soak the raisins in rum (it would be better soak all the day before, or at least for a couple of hours).
In a bowl put the hand broken biscuits, diced apples, chopped dried figs, coarsely chopped almonds, sugar and lemon zest.
Drain raisins from the rum and add also them in the bowl.
Apart sift the flour, cream of tartar and baking soda, add the oil and then the whole fruit mix & co.
Mix well and add milk until you get a soft dough.
Divide into muffins molds, bake for 30 minutes at 180 degrees (the time depends on how big are your molds, mine were not small).

2 commenti:

  1. Complimenti per il tuo bellissimo blog e tutte le esperienze che hai citato sopra :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille @clibi :) Un abbraccio ^_^

      Elimina

Siate gentili, costruttivi, propositivi, precisi..
Solo così lo scambio sarà vero, utile e piacevole per tutti.

Be polite, constructive, proactive, accurate ..
Only in this way the exchange will be true, useful and enjoyable for everyone.